Kannamesai

Featured image

Ciao amici di Radio Nihonara!

Per l’articolo di oggi ho deciso di fare un piccolo passo all’indietro e parlare della giornata di ieri: 17 ottobre.

Sapevate che per lo shinto è una data molto importante? Si tratta della festività Kannamesai.

Scopriamo insieme di cosa si tratta!

 

Kannamesai (神嘗祭, detto anche Kanname no Matsuri o Kannie no Matsuri) è un rito che si svolge nel celebre Santuario di Ise-jingu e presso la corte imperiale.

Come avrete di certo intuito, si tratta di un’importante festività e il suo scopo è quello di mostrare il raccolto alla dea Amaterasu Omikami (la dea del sole).

La storia del festival risale alla leggendaria consacrazione di Amaterasu Ōmikami nel luogo attuale: durante il regno dell'imperatore Suinin (undicesimo imperatore del Giappone), quando la principessa Yamatohime-no-mikoto viaggiò alla ricerca di un luogo dove custodire la divinità ancestrale imperiale, fece un'offerta sacra di spighe di riso lunghe otto palmi (yatsukahō) nel becco di una gru bianca (manazuru).

Considerato uno dei tre festival stagionali (sansetsusai) dell'anno, Kannamesai è comunemente conosciuto come Ōmatsuri (grande festa) tra i santuari di Ise locali.

Kannamesai è indicato nei Codici Taihō (大宝律令, Taihō-ritsuryō. Antico codice penale ( ritsu) e amministrativo ( ryō); promulgato nell'anno 701) come un “rito regolare” (jōshi) del tardo autunno; in quanto tale, richiede tre giorni di purificazione preparatoria.

Inoltre, nel Regolamento del 1908, sulle osservanze rituali della casa imperiale (Kōshitsu saishirei), è indicato come “cerimonia condotta personalmente dall'imperatore” (goshinsai) davanti al santuario Kashikodokoro del Palazzo Imperiale.

 

Come anticipato, il Kannamesai è una festa del raccolto composta da solenni rituali di adorazione rivolti alla divinità ancestrale imperiale e che precede il Niinamesai che si tiene nel palazzo imperiale e nei santuari di tutto il Giappone.

(Il Niiname-sai, , è un rituale celebrato dall'imperatore del Giappone che ringrazia le divinità shintoiste per aver avuto un anno prospero e ricco di fortuna, e per cui prega per un nuovo anno fruttuoso. Il primo Niiname-sai per un nuovo imperatore è conosciuto come Daijō-sai ( ).)

La festa si è svolta nelle date ritenute corrispondenti alla leggendaria consacrazione di Amaterasu Ōmikami a Ise, ovvero tra il tramonto e all'alba del 15 e 16 del nono mese al Santuario Esterno, e il 16 e il 17 dello stesso mese al Santuario Interno.

Un “inviato imperiale” (chokushi) fece un'offerta rituale di seta e altri materiali (heihaku).

Tuttavia, in seguito all'adozione del calendario gregoriano nel 1873, il Kannamesai fu spostato nel 1879 al decimo mese per coincidere con la stagione del raccolto del riso a maturazione precoce.

La nuova data divenne appunto il 17 ottobre 1879.

Si può dire che le varie feste annuali dei Santuari di Ise siano organizzate in modo tale da culminare con il Kannamesai.

In linea con l'antica usanza con cui il Santuario Esterno conduce la prima parte della celebrazione, i sacerdoti del Santuario Esterno presentano yuki no ōmike al tramonto e all'alba.

Ma detto ciò... ci è la dea Amaterasu?

Amaterasu-ō-mi-kami (天照大御神, letteralmente Grande dea che splende nei cieli), generalmente abbreviato in Amaterasu, è la dea del Sole (divinità da cui discendono tutte le cose) nella religione shinto.

È considerata la mitica antenata diretta della famiglia imperiale giapponese.

Amaterasu è comunemente indicata come di sesso femminile, nonostante il Kojiki, il più antico documento scritto della storia nipponica, dia pochi indizi riguardo al suo sesso: il linguaggio giapponese antico non usava pronomi specifici per i generi.

Esistono tre differenti leggende sulla sua nascita:

 

  1. Secondo quanto narrato nel Kojiki (Memorie degli eventi antichi) ed in un testo alternativo del Nihonshoki (Annali del Giappone), Amaterasu, la prima dei tre figli nobili di Izanagi, nacque dal suo occhio sinistro mentre questi stava purificando sè stesso in un fiume dopo la sua visita al mondo sotterraneo (Yomi-No-Kuni) nella speranza di salvare l’anima della sua defunta compagna Izanami.

Izanagi le affidò il governo delle Alte Pianure Celestiali (Takamagahara) ed il gioiello Mikuratana no Kami.

 

  1. Il testo principale del Nihonshoki racconta invece che Izanagi e Izanami crearono tutti i kami (divinità e spiriti dello shinto) della terra, quindi per dare loro un “capo” crearono insieme Taiyo no Kami (Divinità del Sole), a cui affidarono il compito di governare sugli affari dei cieli.

 

  1. In una terza versione (contenuta sempre nel Nihonshoki) Amaterasu viene creata da uno specchio di rame bianco tenuto in mano da Izanagi.

Il Kojiki spiega anche come la famiglia imperiale sia di diretta discendenza della dea del sole.

In seguito ad una violenta discussione con suo fratello, il dio della tempesta Susanoo distrusse gli argini delle risaie piantate da sua sorella Amaterasu e ne ostruì i fossati.

Amaterasu ne fu così oltraggiata da ritirarsi nella caverna Ama-no-Iwato, facendo precipitare il mondo nell'oscurità.

Le altre divinità la pregarono di uscire fuori, ma senza successo.

Quindi la dea Ama-no-Uzume ebbe un'idea: appese uno specchio a un albero vicino e organizzò una festa, esibendosi in una danza erotica di fronte alla caverna. Fece ridere talmente tanto gli altri dèi da incuriosire Amaterasu e spingerla a sbirciare fuori. Vedere il proprio riflesso nello specchio la stupì talmente che gli altri dei riuscirono a tirarla fuori dalla caverna e a convincerla a ritornare in cielo.

Successivamente inviò suo nipote Ninigi-no-Mikoto a pacificare il Giappone, e a lui donò la spada sacra Kusanagi, il gioiello Yasakani no Magatama e lo specchio Yata no Kagami (usato per ingannare la dea e riportare la luce nel mondo), che divennero i primi simboli imperiali giapponesi.

Il pronipote di Ninigi-no-Mikoto fu il primo imperatore del Giappone, Jinmu (神武; 13 febbraio 711 a.C. – 9 aprile 585 a.C.).

FONTE: www.isejingu.or.jp/, wikipedia, japanese-wiki-corpus.github.io

 

In una "religione" tanto complessa come lo shinto, speriamo di aver fato almeno un po' di chiarezza su un aspetto importante della cultura giapponese. 

Qualora voleste approfondire di più l'argomento, fatecelo sapere nei commenti! 


Commenta

Devi loggarti per commentare

Commenti
  1. Nessun commento inserito


Login / Registrazione

Non fai parte della comunità cosa aspetti registrati oppure loggati per iniziare a interagire.
Commenti recenti (Blog)
Ora in onda

Slugger Punch - SLUGGER PUNCH- LuccaC&G 2014 (SET)

PoppuTaimu

Prossimo show
  • DansuMyūjikku

    20 ottobre 2020 - 14:00 20 ottobre 2020 - 15:00

Sponsor && Partnership

Live Chat
Ora

Nihonara(128kbps)

La prima webradio italo-giapponese dove la tua passione può definirsi a casa.

Brano corrente
TITOLO
ARTISTA

Featured image